Diritti umani e benessere dei bambini.
A fianco di chi vive la discriminazione.

#Liberodallodio
Comunicati Stampa, Notizie

#Liberodallodio: una campagna per un’informazione senza pregiudizi

Associazione 21 luglio, con il sostegno della CILD, lancia oggi la campagna nazionale #Liberodallodio, per sensibilizzare le aziende e la società civile sull’importanza di un’informazione corretta e libera dai pregiudizi.

ROMA, 19/7/2017 – È stata lanciata la campagna #Liberodallodio (www.liberodallod.io), promossa da Associazione 21 luglio con il sostegno di CILD (Coalizione Italiana Libertà e Diritti Civili). Obiettivi principali, quello di richiamare i media all’utilizzo di un’informazione più corretta sugli argomenti “caldi” discussi dall’opinione pubblica – questione di importanza fondamentale specialmente alla vigilia della prossima campagna elettorale – oltre che di sensibilizzare la società civile sull’impatto che un linguaggio sensazionalistico e stereotipato può avere sulla collettività.

LA CAMPAGNA:  #Liberodallodio intende coinvolgere i cittadini in un appello alle aziende che acquistano spazi pubblicitari sull’edizione cartacea del quotidiano Libero, chiedendo loro  impegnarsi e di prendere una posizione etica riducendo o sospendendo la loro pubblicità su questa testata fino a che questa non si adegui a riportare un’informazione corretta, abbandonando l’uso del linguaggio sensazionalistico e stereotipato che adesso lo caratterizza.

La campagna nasce dal costante lavoro di monitoraggio dell’Osservatorio 21 luglio su testate cartacee e on-line, si basa sulla convinzione che la società civile svolge un ruolo decisionale importante e ha il potere di richiedere un’informazione libera da pregiudizi e discorsi stereotipati.

PERCHÉ LIBERO: Il giornale Libero Quotidiano, come e più di altre testate, costruisce la sua identità su un linguaggio provocatorio e aggressivo, ha un forte impatto sull’opinione pubblica e ha suscitato dibattiti periodici soprattutto in seguito ad alcune titolazioni e articoli particolarmente eclatanti.
Tra gli ultimi mesi del 2016 e i primi del 2017, l’Ordine dei Giornalisti della Lombardia ha deliberato ben 5 sanzioni disciplinari per articoli e editoriali aventi ad oggetto rom, migranti e altre categorie sociali deboli nei confronti di alcuni giornalisti e al direttore di Libero Quotidiano.

L’IMPATTO NELLA SOCIETÀ: Atti di intolleranza e discriminazione sono sempre più spesso alimentati e legittimati dai media, attraverso discorsi generalizzati che rappresentano le categorie più deboli in maniera stereotipata. Diffondere pregiudizi contribuisce a creare un clima di intolleranza nella società e a creare i presupposti per giustificare e perpetrare politiche discriminatorie.

#Liberodallodio vuole diventare uno strumento di azione concreto per porre un argine alla diffusione di un’informazione scorretta contrastandola in maniera attiva e propositiva.

«Siamo molto preoccupati per il clima di ostilità e intolleranza che si sta diffondendo nel nostro Paese e per i toni che, su alcuni temi, potrebbero emergere nella prossima campagna elettorale – spiega Associazione 21 luglio Onlus – su alcuni quotidiani il dibattito pubblico è già adesso molto arroventato e con l’avvicinarsi delle elezioni l’attenzione mediatica intorno a questi argomenti non potrà che aumentare».

Compito della società civile è quello di arrestare questi pericolosi processi e, sotto questo aspetto, la campagna #Liberodallodio rappresenta una delle risposte che, come organizzazione che si batte per la tutela dei diritti delle comunità più fragili come cittadini, Associazione 21 luglio vuole offrire.

GUARDA IL VIDEO DELLA CAMPAGNA

VISITA IL SITO DELLA CAMPAGNA


Per maggiori informazioni:
Elena Risi
Ufficio stampa e comunicazione
Associazione 21 luglio
Tel. 06.64815620 – 388.4867611
Email: stampa@21luglio.org
www.21luglio.org